blog-user-experience-700x263

Mostrate il contenuto “con le carte”

Quando vedete un “design a carte”, probabilmente pensate a Pinterest, un mare di informazioni visive tutte sotto gli occhi dei lettori. Ecco perché il design a carte è efficace anche nei blog per mostrare più post.

Questa tipologia di design aiuta i marketer a mostrare molti pezzi di contenuto in modo accattivante: invece di scrollare giù una lunga lista di contenuti del blog, risulta molto più facile per i lettori individuare il contenuto che desiderano leggere tra le differenti carte, il che rende il tutto estremamente user-friendly.

I lettori scoprono nuovi siti o attraverso un post interessante sui social media, o per mezzo di una precisa ricerca online di un particolare topic. Una volta arrivati sul sito, probabilmente vorranno essere coinvolti attraverso un semplice accesso verso gli altri contenuti, quindi pensateci.

Implementate il responsive design

Molte persone leggono i contenuti di un blog mentre viaggiano in autobus, aspettano qualcuno o, più in generale, quando si trovano in giro. Inoltre, cliccano sui blog link mentre controllano i loro account social media direttamente sullo smartphone.

Secondo uno studio di Google sui siti mobile, il 79% degli utenti a cui non piace ciò che trova su un determinato sito mobile, esce per cercare le informazioni desiderate altrove. In aggiunta, il 52% degli utenti dichiara che una scarsa mobile experience li rende meno predisposti ad avvicinarsi ad una data azienda. Queste statistiche da sole, giustificano la necessità di implementare un blog con un design responsive.

I lettori del vostro blog, sia quelli che vi raggiungono da desktop, sia quelli che visitano le vostre pagine da smartphone, devono sempre disporre dei vostri contenuti in modo semplice, chiaro ed accattivante.

Per questo fondamentale obiettivo il responsive design rappresenta un aspetto chiave che può fare la differenza tra un blog con elevate visite e uno con scarso seguito.

Offrite contenuti personalizzati

La personalizzazione dei contenti del blog sta diventando sempre più una necessità e sempre meno qualcosa di bello da avere. Questo aspetto è particolarmente importante quando vi rivolgete a più pubblici, di età differenti, specializzazioni o ruoli all’interno di un’azienda. Mostrate contenuti poco interessanti per gli utenti e questi non trascorreranno molto tempo sul vostro sito.

La prima volta che i lettori arrivano sulla home di Sales Benchmark Index gli viene chiesto di identificarsi. Fatta la loro scelta, viene mostrata agli utenti una determinata lista di articoli del blog e non un elenco completo di tutti i contenuti disponibili. Senza richiedere la compilazione di alcun form, Sales Bechmark Index è in grado di conoscere il ruolo dell’utente semplicemente attraverso il design del sito.

Quando personalizzate il vostro blog ottenete un qualcosa di più di benefit in design, che comunque è certamente un valore aggiunto, fornite ai vostri lettori una migliore user experience che li coinvolge immediatamente e li guida verso contenuti target.

La personalizzazione offre ai marketer e alle aziende più informazioni circa i visitatori del sito web, un tesoro utile per test, analytics e per segmentare i contenuti sempre meglio. Guardiamo l’esempio di salesbenchmarkindex.com, il quale chiede in modo molto diretto ai suoi lettori “chi siete?” per poterli poi indirizzare a contenuti specifici.

Includete lo storytelling interattivo

Quando valutate il design del vostro blog, tenete in considerazione l’aspetto dei vostri attuali post. Un blog di solo testo non incide più: è tutta una questione di user experience.

I lettori adesso cercano nei post elementi interattivi, trovate il modo di incorporarli nel design dei vostri articoli per mezzo di gif animate, grafiche speciali, infografiche o una vera “avventura” interattiva.

Microsoft, negli annunci del suo nuovo gioco Project Spark, ha creato un post interattivo sulla sua piattaforma Stories al posto di scrivere un lungo contenuto con la spiegazione del gioco, spiegando come l’hanno realizzato e molte altre informazioni di contorno.

Nel post portano il lettore all’interno di un viaggio fatto di domande, che mostrano differenti contenuti in base alle risposte. Più l’utente legge e più è coinvolto nella storia e conosce il gioco in modo divertente e interattivo. Volete vederlo? Eccolo qui.

Conclusioni

Se non avete ancora valutato bene il design del vostro blog, è arrivato il momento di farlo. Trovate il modo di incorporare questi consigli nel vostro con l’obiettivo di renderlo semplice da navigare, mobile-friendly, personalizzato ed interattivo. Tutti questi elementi accresceranno sensibilmente l’engagement dei vostri contenuti.