La logistica è 4.0

Sono ormai anni che mi occupo di gestionali e di conseguenza di logistica .

Il fenomeno però diventa di primaria importanza con l’avvento di internet e degli e-commerce. Si fa presto a capire che un buon e-commerce deve avere una logistica intelligente, 4.0.

La prima regola è un sistema gestionale integrato e per integrato s’intente integrato anche con l’on-line.

I sistemi più evoluti sono in grado di guidare  l’operatore mediante terminalini con navigazione a radiofrequenza in grado di individuare il prodotto ordinato. In un magazzino come quello di Amazon esempio di tecnologia ed ingegneria italiana è possibile che lo stesso prodotto sia dislocato in scaffali diversi e quindi dovrà essere anche in grado di ritrovare il percorso più corto.

A questo punto sorge una domanda : “perché un prodotto può essere in più scaffali non attigui “

Il concetto tutto italiano è basato sull’algotitmo di Gauss . In pratica se metto la mano in un sacchetto pieno di palline colorate la probabilità di pescare una pallina di un colore anziché di un altro è sempre la stessa.

Infatti si è studiato che non è importante l’ordine ma la rapidità di ricerca. Quando un prodotto entra in magazzino questo vivente acquisto dal sistema e viene segnalato lo scaffale idoneo più vicino all’operatore. La stessa cosa succederà quando verrà fatto un ordine. L’opetatore verra indirizzato allo scaffale più vicino. Un’altra cosa che si è notata è la diminuzione di errore di prendere prodotti simili a quello ordinato se questi sono dislocati in maniera ordinata e quindi vicino (es un iPhone da 32 GB anziché da 64 GB ).

In un magazzino intelligente non esiste l’inventario; le giacrnze sono sempre esatte. Nel caso di e-commerce la figura del magazziniere viene paragonata alla figura di un commesso che carica e scarica direttamente alla vendita un prodotto.

g.p.

Hai bisogno di assistenza scrivici subito.